Presentazione XI edizione di “Un anno di zapping…e di like”

Il Moige presenta “Un anno di zapping…e di like”. Un anno di Tv sempre più polarizzata: programmi trash che si affiancano a produzioni di qualità. Ecco i premi Tv e web del MOIGE ai programmi family friendly.

 

XI edizione di “Un anno di zapping …e di like”, 300 prodotti televisivi e web recensiti: 219 i programmi di qualità e con contenuti validi da vedere con tutta la famiglia, 37 i sufficienti, 44 bocciati. Inoltre, assegnati 30 “Premi Moige” a programmi tv, spot e – per la prima volta – anche a 2 canali Youtube di qualità.

Assegnati, inoltre, 3 Premi speciali della Polizia Postale, della Polizia Stradale e della Federazione Italiana Cuochi. Infine, assegnato a Fabrizio Frizzi il Premio speciale alla carriera “In Memoriam”.

Sono questi i numeri della nuova edizione della Guida “Un anno di Zapping”, curata dall’Osservatorio Media del MOIGE – Movimento Italiano Genitori, presentata oggi a Montecitorio da Federica De Sanctis, alla presenza delle Istituzioni, di direttori di rete, autori, presentatori, attori e professionisti della tv e della comunicazione e del web.

 

Tra gli altri, hanno partecipato Alberto Angela, Gerry Scotti, Luca Barbareschi, Frediano Finucci, Roberto Giacobbo, Andrea Lucchetta, Ezio Mauro, Edoardo Mecca, Benedetta Rinaldi, Riccardo Rossi, Monica Peruzzi e Milo D’Agostino, oltre a questi interverranno Angelo Teodoli (Direttore Rai 1), Andrea Fabiano (Direttore di Rai 2), Stefano Coletta (Direttore Rai 3), Luca Milano (Direttore Rai Ragazzi), Paolo Ruffini (Direttore TV2000), Gaia Tortora (vicedirettore La7) e tanti altri amici.

Inoltre, hanno portato il saluto delle Istituzioni il Ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana, il Prefetto Roberto Sgalla (Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato), Donatella Pacelli (Presidente Comitato Media e Minori), Mario Morcellini (Commissario Agcom).

Una Guida sulla tv che, dopo 11 anni, è diventata un punto di riferimento sia per le famiglie, sia per chi fa televisione. Una guida che vuole evidenziare l’esistenza di una tv di qualità, capace di stimolare una visione critica, di intrattenere e divertire in maniera semplice e pulita, e non solo il brutto della televisione italiana con programmi diseducativi e prodotti trash.

 

Nella stagione 2017/2018 abbiamo registrato una produzione televisiva molto polarizzata con programmi sempre più trash a cui si affianca una tv con importanti punte di eccellenza.

Da un lato programmi, come l’Isola dei Famosi e il Grande Fratello, talmente inaccettabili e trash da provocare, per la prima volta nella storia delle televisione, la fuga degli sponsor anche con dichiarazioni pubbliche di disapprovazione; dall’altro una nota di merito per le fiction, come “Il condannato, cronaca di un sequestro” o “Rocco Chinnici – E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte” o “Liberi sognatori” in grado di raccontare con semplicità e immediatezza storie vere e drammatiche di donne e uomini capaci di dare la vita per i propri valori, di insegnare e donare speranza ai nostri figli e alle famiglie.

 

INTRATTENIMENTO, CULTURA, INFORMAZIONE E REALITY

Nella categoria “Intrattenimento”, a ricevere i Premi sono stati:

“#Mai più bullismo” (Rai 2), per aver invitato al dialogo come strumento per fronteggiare il bullismo; “Buone notizie” (Tv 2000), per aver dato spazio, valore e dignità alla buona notizia; “Dentro i fatti, con le tue domande” (Sky TG24) per aver saputo entrare dentro i fatti salienti del giorno analizzando opinioni e domande dei telespettatori con toni pacati e rispettosi; “I miei vinili” (Sky Arte – Sky Uno) un’ottima occasione per parlare di musica con i propri figli, per aiutarli ad ampliare conoscenze e cultura musicale, facendo riaffiorare “emozioni ancora tutte da raccontare” alle nuove generazioni; “Il padre della sposa” (La5), per aver tentato di raccontare un rapporto, quello padre-figlia, caratterizzato da tenerezza, senso di protezione e dolcezza; “Meraviglie – La penisola dei tesori”(Rai 1), un programma dall’alto valore educativo, che è riuscito a celebrare la ricchezza artistica e architettonica italiana; “Omnibus ” (La7) Per aver saputo riformulare il talk politico con un diverso linguaggio, sempre pacato e mai urlato; “Roberto Bolle – Danza con me” (Rai 1) per aver riportato all’attenzione del grande pubblico l’armonia della danza, dimostrando come il ballo possa essere anche strumento di riscatto e di rinascita sociale; “The Wall” (Canale 5) per aver valorizzato i legami familiari creando l’occasione per raccontare la storia dei concorrenti, dei loro sogni, smorzando i toni della scommessa a favore di una dimensione giocosa; “Tra cielo e terra” (Marcopolo) per aver permesso di far conoscere monasteri, eremi ed abbazie presenti in Italia e in Europa, mettendone in evidenza i tesori artistici e il progetto spirituale alla base della realizzazione; “Unomattina!” (Rai 1) per la capacità di presentare quotidianamente cronaca, temi sociali, approfondimento, in maniera esauriente, con stile sobrio, toni pacati e autorevolezza.

FICTION, SERIE TV E DOCU-FICTION

Tra i premi assegnati nella categoria “Fiction, Serie tv e Docu-fiction”:

per Rai 3, il premio MOIGE è stato assegnato al film documentario “Il condannato, cronaca di un sequestro” per averci mostrato l’uomo, il marito, il padre che, pur avendo capito che la sua fine era decisa, non ha mai saputo usare parole d’odio; su Rai 1 “In punta di piedi”, un film drammatico secondo il quale l’arte e la bellezza possono aiutare le nuove generazioni a cambiare la realtà e a non lasciarsi manipolare dalla malavita, lanciando un invito ben preciso: si può scegliere di scegliere; “Rocco Chinnici – E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte” per aver presentato al pubblico un eroe del nostro tempo, ma anche un padre di famiglia impegnato a trasmettere, con fermezza e amorevolezza, i valori ai propri figli.

Per quanto riguarda Mediaset, Canale 5 si aggiudica un premio Moige con “Liberi Sognatori”, per aver ricordato al pubblico la storia di  4 persone comuni, fedeli a un ideale di giustizia e rettitudine, coerenti nel far coincidere i propri valori con la vita vissuta, un esempio per tutti, specialmente per i giovani ai quali bisogna offrire modelli positivi da imitare.

Su Rete 4, premiata la docu-fiction “Madre mia”, per aver saputo raccontare, attraverso la coraggiosa figura di Jolanda, una madre del Sud, lo spaccato storico e sociale di una Italia non molto lontana nel tempo eppure così “antica” a guardarla, a causa dei velocissimi cambiamenti degli ultimi decenni, sottolineando che le libertà dei giovani di oggi rappresentano una conquista dei giovani di ieri.

Nella rosa dei programmi family friendly entra anche “Speechless – 2° stagione” su Fox, per aver presentato una famiglia unita e fuori dagli schemi che vive con naturalezza e “normalità” la disabilità, una famiglia in cui contano le persone, ognuna con le sue peculiarità, in cui il contributo di ciascuno è unico e irrinunciabile, abile o disabile che sia.

TV PER BAMBINI E RAGAZZI

Per la Rai si aggiudica il premio Moige “La posta di YoYo” (Rai YoYo), per aver rappresentato, per il pubblico dei più piccoli, un punto d’incontro fra tradizione e innovazione, coniugando un topos della tv dei ragazzi, quello delle letterine dei telespettatori, con le nuove realtà di comunicazione.

Nella rosa dei premiati in onda sui canali Rai (Rai Gulp) “Spike team – Olimpicamente Spike” per aver proposto valori come l’amicizia e lo spirito di squadra, il rispetto delle regole, il coraggio, l’accettazione della sconfitta, l’inclusione, la possibilità di superare i propri limiti, anche dati da un handicap, ed esprimere le proprie potenzialità nel confronto con i coetanei, grazie a una sana attività e competizione sportiva.

Su Rai 1  il premio Moige va a “60° Zecchino d’oro”  per essere il miglior appuntamento musicale per bambini e con bambini, ma anche una pagina di storia nazionale e un appuntamento televisivo atteso da grandi e piccini.

Per Mediaset, il Premio Moige va a “Il mondo di Nina” (Cartoonito) per aver saputo raccontare la vita quotidiana di una famiglia semplice, che lavora e fa sacrifici, ma che trova sempre il tempo di godersi la vita e trasmettere i valori importanti, per primo quello della diversità e del rispetto dell’altro.

Per Disney Channel si aggiudica il Premio “Sara e Marti #LaNostraStoria” per aver ben raccontato le caratteristiche dell’adolescenza e l’importanza dei legami familiari, in uno dei tanti piccoli gioielli del nostro Paese, di cui vengono regalati squarci splendidi e il pensiero che il futuro dei giovani possa anche essere un ritorno alle origini.

Infine, si aggiudica il premio Moige “Codice Angelo” (Pop), per aver ideato un personaggio positivo per i piccoli spettatori ai quali Angelo si rivolge direttamente con la sua grande capacità di persuasione, spiegando loro i suoi pensieri e i suoi ragionamenti, e soprattutto trovando sempre una via d’uscita o un’alternativa davanti a un problema.

SPOT

Sotto la lente di ingrandimento anche gli spot. Premiati: “Balocco – Natale 2017” poiché nella presentazione dei propri prodotti attraverso la relazione nonno-nipote, Balocco trasmette quei valori che appaiono fondanti per il suo successo: qualità, tradizione, famiglia; “Banca Mediolanum – Piani individuali di Risparmio” per aver ricordato l’importanza di sostenere in modo specifico aziende storiche italiane tramandate di padre in figlio, una ricchezza che unisce lavoro, economia e valori familiari; “Poste Italiane – Prestiti BancoPosta” per aver mostrato con i toni dell’ironia come i sogni delle persone comuni siano spesso semplici e concreti, legati alla vita quotidiana e all’ambito familiare.

“Regina Blitz”, per aver mostrato la vita quotidiana in casa quando ci sono bimbi piccoli con tanta fantasia e voglia di muoversi e “UBI Banca – Ogni casa è possibile con un mutuo UBI Banca” per aver ricordato che in una società instabile la casa rimane quel minimo di sicurezza che consente di affrontare le difficoltà con maggiore serenità, che una banca che si rispetti deve rendere possibile l’acquisizione di questa sicurezza adattandosi alle esigenze delle persone.

 

CANALI YOUTUBE

Fra i premiati dell’XI edizione si aggiungono per la prima volta anche i canali youtube e, in particolare, il riconoscimento va a “Me contro Te” per aver stimolato la creatività dei ragazzi, invitando con allegria a interessarsi ai fenomeni della fisica attraverso piccoli esperimenti che possono essere riprodotti in casa senza difficoltà, presentando tanti modi di divertirsi in compagnia della famiglia.

 

PREMI SPECIALI

Premio della Polizia di Stato – sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni riservato al canale youtube “Edoardo Mecca” per la particolare attenzione che presenta nei suoi video rispetto ai fenomeni sociali del bullismo e cyberbullismo affermando a gran voce che “L’amicizia è uno spettacolo. Il bullismo no” e che quello che facciamo sul web è reale e resta per sempre nella memoria delle persone, ledendone la dignità.

 

Premio della Polizia di Stato – sezione Polizia Stradale per lo spot “Jeep Renegate Limited” per aver sottolineato con il felice claim “Non correre rischi, scegli la libertà!” un insegnamento importante specialmente per i più giovani: si può vivere pienamente la propria libertà se si sceglie di non correre pericoli; muoversi in sicurezza non la limita, ma anzi la amplifica.

 

Premio Federazione Italiana Cuochi al programma “Morning Voyager” (Rai 2), per aver affrontato il tema dell’alimentazione, grazie all’aiuto di esperti del settore e studiosi, in maniera scientifica, spiegando che la buona cucina non è un’intuizione ma una scienza esatta, parlando anche di nutraceutica ossia i benefici che può ricevere l’organismo umano dai principi nutritivi contenuti negli alimenti e dal loro giusto abbinamento.

Infine, il Premio alla carriera In Memoriam a Fabrizio Frizzi, per essere stato esempio concreto di come si può fare tv a misura di famiglia, con quelle doti di simpatia, ironia, rispetto e cordialità, con quella capacità di non prendersi sul serio e non considerarsi mai superiore a nessuno, pur avendo doti professionali e artistiche indiscusse e fuori dal comune, in una coerenza perfetta tra persona e personaggio, tanto da mostrarsi disponibile e premuroso con chiunque lo avvicinasse per una parola o un consiglio, tanto da preoccuparsi sempre di dar conto del proprio operato ai suoi cari.

 

I BIDONCINI DEL TRASH

Assegnato anche quest’anno il “bidoncino del trash” ai programmi e agli spot che propongono modelli diseducativi, che si nutrono del gossip e dello scandalo. Tra questi: “Grande fratello VIP” (Canale 5), “Uomini e donne” (Canale 5), “Domenica Live” (Canale 5),  “A tutto reality” (K2); “E’ arrivata la felicità” (Rai 1); Gypsy (Netflix).

 

Ufficio Stampa Moige:

Gianluca Amico Tel.: 06.32.36.943 Cell: 345 477 8467 Email: ufficiostampa@moige.it

Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.