Tv trash, Moige: “Basta violazioni, chiederemo ritiro degli spot”

Il Moige, contro la tv violentra e volgare, si appella agli sponsor e ai big spender chiedendo di non investire nei 10 programmi televisivi più contestati della stagione per violazioni del codice tv e minori.
“L’offerta televisiva pubblica e privata negli orari della “tv per tutti” è preoccupante e deludente. Preoccupante perché i bambini dai 4 ai 14 anni sono bombardati da violenza ed esempi trasgressivi; deludente perché, nonostante gli spot rassicuranti, non c’è la dovuta attenzione nei confronti dei minori”. A dirlo è Elisabetta Scala, responsabile dell’Osservatorio Tv del Moige – Movimento italiano genitori. L’Osservatorio ha appena stilato una lista delle 10 trasmissioni più contestate nella passata stagione televisiva, con le relative motivazioni e i dati Auditel relativi alla fascia di età 4 – 14 anni. “Poiché le emittenti dimostrano di pensare poco ai minori – annuncia la responsabile del Moige – abbiamo deciso di lanciare un appello ai maggiori investitori pubblicitari affinché il prossimo anno non inseriscano i loro spot in questi 10 programmi trash. I “big spender” sono sensibili alle tematiche della famiglia e non amano l’accostamento dei loro prodotti con spettacoli violenti, volgari ed inadatti ai minori; confidiamo nel loro senso di responsabilità sociale”. Nella classifica dell’Osservatorio Tv al primo posto c’è “Bisturi – nessuno è perfetto!” di Italia 1, con una media di 225.000 spettatori tra i 4 e i 14 anni. Seguono “Al posto tuo” di Rai 2 e “Uomini e donne” di Canale 5 rispettivamente con 80.000 e 149.00 piccoli spettatori. Al 4° posto “Il Grande Fratello” di Canale 5, che ha avuto in media 778.000 bambini tra gli spettatori. A metà classifica “L’Isola dei Famosi”, seguito al 6° da “Casa Pappalardo”, entrambi reality show di Rai 2, rispettivamente con una audience di 396.000 e 88.000 bambini. “Al centro della classifica dunque –spiega la relazione dell’Osservatorio – tre reality, varianti del medesimo tentativo di trasformare i telespettatori in “guardoni” e i protagonisti in “animali da circo””. Al 7° posto “La Talpa”di Rai 2, seguito in media da 354.000 bambini e all’8° posto “La Fattoria” di Italia in media 273.000 minori. Al nono “Nel segno del giallo” di Rai 2, in media 65.000 piccoli spettatori e a chiudere la classifica “Will & Grace”, sit-com di Italia 1, “dove il linguaggio ruota intorno ai doppi sensi – conclude la nota dell’Osservatorio – e dove l’omosessualità viene presentata come “condizione ideale” ad un pubblico composto mediamente anche da 175.000 bambini”
1

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.