Stress post parto, a Milano aderisce anche il San Carlo Borromeo

A Milano sono due gli ospedali che ospitano i corsi “Bimbo Sereno”: il Luigi Sacco, dove le lezioni sono partite ad aprile, e il San Carlo Borromeo, che ha adertito a maggio.
I corsi gratuiti “Bimbo Sereno”, tesi a prevenire lo stress post parto, promossi dal Moige – Movimento Italiano Genitori e da Avent, azienda specializzata nei prodotti per l’allattamento e la prima infanzia compiono a Milano il primo mese di attività, con un bilancio decisamente positivo: un nuovo ospedale coinvolto, il San Carlo Borromeo, e un numero di partecipanti in continua crescita. Gli incontri, a cadenza settimanale, interessano nella città due ospedali: il Luigi Sacco, dove i corsi, cominciati il 17 aprile, si tengono di sabato dalle ore 10 alle 12, e il San Carlo Borromeo (venerdì dalle ore 13.30 alle 15.30), che ha aderito all’iniziativa a partire dal 7 maggio. In un solo mese tra il Sacco e il San Carlo Borromeo si sono già contati oltre 60 partecipanti ma il numero degli iscritti cresce ad ogni nuovo incontro, tanto che Moige e Avent prevedono di raggiungere presto le adesioni di Roma dove in due mesi si sono avuti oltre 140 partecipanti. Le lezioni, gratuite grazie alla sponsorizzazione della Avent, vengono tenute da pedagogiste del Moige esperte in tematiche di educazione familiare e ostetriche. Gli incontri a Milano dureranno ancora a lungo: al Luigi Sacco il calendario è fissato fino al 4 dicembre, al San Carlo Borromeo fino al 17 dicembre. Ma nella mente degli organizzatori c’è l’idea di coinvolgere a breve anche un terzo istituto per dare la possibilità a quante più madri possibile di affrontare senza stress il difficile periodo che segue il parto. Al Luigi Sacco la partecipazione è cresciuta di volta in volta, passando dai 16 neo genitori iniziali agli attuali 46, 32 mamme e 14 papà. Ci sono state anche piacevoli sorprese: 4 mamme, che erano al secondo figlio, hanno deciso di partecipare “per non ripetere la precedente esperienza di stress” e perché, come hanno detto, “ci preoccupa la possibile gelosia dei primogeniti verso il neonato”. Piacevolmente sorprendente per gli organizzatori anche la discreta partecipazione dei papà, circa il 3%, preoccupati soprattutto di mantenere ben saldo il rapporto di coppia e di non farsi trovare impreparati nel nuovo ruolo. Tra i pensieri principali per le donne al primo figlio (57% dei partecipanti), invece, le difficoltà di allattamento e i ritmi del sonno: il pianto notturno del neonato è una delle principali cause di stress per i genitori. “Data la difficoltà di gestione del neonato nei primi mesi di vita è difficile che le neo mamme, una volta dimesse dall’ospedale, tornino per seguire i corsi – dice Elisabetta Scala, la pedagogista del Moige responsabile dell’iniziativa – eppure alcune, dopo aver conosciuto “Bimbo Sereno” nel periodo del ricovero, lo hanno fatto. Sapevamo, sulla base di una indagine svolta in collaborazione con la cattedra di Medicina sociale de “La Sapienza”, che nel periodo successivo al parto il 78% delle donne soffre di malinconia e solitudine, il 59% prova rancore verso il partner. Il 27% delle neo mamme, una volta tornato a casa, sente il bisogno di consigli su come gestire il neonato e vorrebbe confrontarsi con donne che abbiano già vissuto la maternità, per poter comunicare in maniera diretta i propri stati d’animo. È proprio sulla base di questi dati e dei suggerimento che le neo mamme ci hanno dato nel questionario – conclude la responsabile del Moige – che abbiamo organizzato i corsi di “Bimbo Sereno”. “Per crescere bambini felici – aggiunge la dottoressa Carla Paludetti, responsabile informazione scientifica della Avent – sono necessari genitori sereni e ben informati. Noi, che da tanto tempo ci occupiamo di neonati e prima infanzia, abbiamo sentito il dovere di dare un aiuto, per quanto possibile, ai loro genitori, è per questo che abbiamo sostenuto e continuiamo a sostenere con entusiasmo questa iniziativa” Per ulteriori informazioni si possono contattare, per il Luigi Sacco, il dottor Cipollla, direttore del dipartimento Materno-Infantile (02. 39042264 o 02. 39042818), per il San Carlo Borromeo il dottor Podestà, della divisione pediatrica e neonatologica (02. 40221)
11

Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.