NON SI STRAPPANO I FIGLI ALLE MAMME. INACCETTABILE IL CASO DI ANZIO

COMUNICATO STAMPA

Roma, 20 aprile 2020

 

Inaccettabile il caso di Anzio, della mamma infermiera a cui il Tribunale ha sottratto i gemelli. Gravissimo considerare il lavoro professionale come discriminante per educare e crescere i figli, strappandoli alla mamma.

 

“Chiediamo di rivedere immediatamente il provvedimento e riportare subito i bambini gemelli nelle braccia della mamma. Siamo increduli per la decisione del Tribunale di Velletri di strappare i due bambini gemelli dalla mamma, adducendo ragioni professionali inconsistenti. Un ennesimo caso di violazione del diritto naturale ad educare i propri figli garantito dalla Costituzione. Abbiamo messo a disposizione, gratuitamente e se lo desidera, alla mamma infermiera di Anzio, il nostro team legale, che si attiva in tutti i casi gravi come questi, al fine di avviare tutte le iniziative volte a ripristinare giustizia e far riabbracciare i figli alla mamma. E’ inaccettabile che le condizioni professionali della mamma siano considerate come discriminanti nella sua capacità genitoriale. Questo è ancora più grave in un momento in cui i sanitari sono sotto pressione a causa dell’emergenza sanitaria, e andrebbero sostenuti e non discriminati. Casi come questi ricordano quanto sia urgente la riforma del sistema degli affidi in Italia, riforma ferma in parlamento, come è ferma anche la commissione parlamentare di inchiesta su Bibbiano” ha dichiarato Antonio Affinita Direttore Generale del Moige – Movimento Italiano Genitori.

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.