Roma, domani all Auditorium Concerto per la vita nascente , iniziativa da Guinnes

Nella Sala Santa Cecilia oltre 1.000 faranno da pubblico ad un concerto di musica classica. Sul palco i “Solisti Veneti”, guidati dal maestro Claudio Scimone, suoneranno Vivaldi, Wagner e Haydn.
Una platea composta da 1.000 donne in gestazione e da almeno 1.000 nascituri, un Guinnes dei primati da stabilire e musiche di Vivaldi, Wagner e Haydn eseguite da “I Solisti Veneti”, diretti dal maestro Claudio Scimone. Questi, insieme ad un grande flusso di emozioni condivise, sono gli ingredienti del “Concerto per la vita nascente” che si terrà domani, domenica delle Palme, all’Auditorium – Parco della Musica di Roma. L’evento, che grazie al suo pubblico speciale entrerà nel Guinnes dei primati, è organizzato dal Moige – Movimento Italiano Genitori, dal dipartimento di scienze ginecologiche dell’Università La Sapienza di Roma, e dall’Università di Perugia, clinica ostetrica e ginecologica. L’obiettivo è promuovere la “musicoterapia” ovvero l’ascolto della “buona musica”, in particolare quella classica, durante il periodo della gravidanza. “Ninne nanne e filastrocche sono solo anelli di una catena comunicativa che parte da lontano. Il rapporto madre-figlio si instaura immediatamente e si sviluppa nell arco del tempo con diverse modalità: una di queste è la musica”. A spiegarlo è Massimo Moscarini, professore ordinario dell’Università La Sapienza di Roma e direttore della clinica ostetrica dell’ospedale Sant’Andrea. “L ambiente uterino – precisa Moscarini – è una vera e propria cassa di risonanza e al settimo mese il gestante è già in grado di muoversi al ritmo della musica e di preferire determinate sonorità ad altre”. Molti studi, effettuati da psichiatri perinatali, hanno evidenziato infatti che la musica, in particolare quella classica, può avere sul feto numerosi effetti benefici; dal miglioramento della capacità di concentrazione allo sviluppo di attitudini logico matematiche fino ad una migliore conoscenza del proprio corpo. “Il grande merito di questo concerto – dice Giancarlo Di Renzo, direttore della clinica ostetrica dell’Università di Perugia – è di sottolineare l’importanza che la vita intrauterina ha nello sviluppo dell’individuo. L’‘educazione’ – conclude Di Renzo- comincia fin dal periodo prenatale e la musica può essere un ottimo strumento; per questo credo sia un bene promuovere iniziative, come il “Concerto per la vita nascente”, in grado di richiamare l’attenzione sul valore di questi 9 importantissimi mesi”. “Ci auguriamo una grande partecipazione di donne in gravidanza per questa serata così speciale – dice Maria Rita Munizzi, presidente del Moige-Movimento Italiano Genitori – Siamo certi che sarà un’esperienza indimenticabile tanto per le mamme, che potranno condividere questo particolare momento della propria vita con centinaia di altre donne, quanto per i loro bambini che grazie alla buona musica saranno sottoposti a stimoli estremamente gradevoli e soprattutto benefici. Siamo certi – conclude – che sarà una evento carico di sentimenti positivi e condivisi, dove la serenità trasmessa dal legame intrauterino madre – figlio sarà amplificata per 1.000, grazie anche alla bravura dei Solisti Veneti e del Maesto Scimone”. Per le donne in attesa e per un accompagnatore il “Concerto per la vita nascente” è gratuito; questo grazie alla disponibilità dell’assessorato alle Politiche di promozione dell’Infanzia e della Famiglia del Comune di Roma e alla sponsorizzazione dell’evento da parte di General Electric, di Avent, prodotti per l’allattamento e la prima infanzia e di Kimberly-Clark Italia, prodotti per il largo consumo, che partecipa tramite il marchio di pannolini “Huggies”.
17

Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.