AdnKronos Salute: le dichiarazioni della Sen. Ronzulli

SALUTE: RONZULLI, ‘UNIFICARE NORMATIVE SU ALCOL, FUMO, PORNO E VIDEOGIOCHI’ =
‘Al centro va posto il soggetto e non il singolo oggetto di vendita o di consumo’

Roma, 15 gen. (AdnKronos Salute) – “Va ripensata la normativa nel suo
complesso, con un’unica legislazione per l’infanzia e l’adolescenza,
che ponga al centro il minore in quanto tale e non il singolo oggetto
di vendita o di consumo, sanzionando gli adulti colpevoli con pene
certe e severe”. E’ quanto chiede la presidente della commissione
parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza Licia Ronzulli,
intervenendo a Roma nella sede del Senato di palazzo Giustiniani al
convegno per la presentazione dell’inchiesta del Moige, il movimento
italiano genitori, ‘Venduti ai minori’, indagine sull’accesso dei
minorenni ad alcol, tabacco, cannabis, azzardo, pornografia e
videogiochi.

“Le sanzioni previste non sono sufficientemente deterrenti e spesso
restano sulla carta – lamenta Ronzulli – Basti pensare alla mancata
chiusura di negozi ed esercizi commerciali coinvolti nella vendita ai
minori di prodotti vietati dalla legge. Ma le sanzioni da sole non
bastano: serve anche l’opera di prevenzione e di premialità per gli
esercizi virtuosi. Senza dimenticare che non è garantito il controllo
dell’età dell’utente digitale e che una parte rilevante delle vendite
e dei consumi riguarda l’on-line, dove basta un semplice ‘clic’ per
accedere. E talora i minori neanche sanno che stanno commettendo un
reato”.

(Adnk/AdnKronos Salute)

Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.