Famiglia: urgente in questa fine legislatura rimuovere la discriminazione fiscale sulle famiglie

L’attuale sistema di imposizione sulle persone fisiche, basato sulla tassazione separata e progressiva dei redditi prodotti da ciascun componente del nucleo familiare, disincentiva la formazione della famiglia e genera pesanti sperequazioni a danno delle famiglie monoreddito e con figli o comunque numerose.

Negli ultimi 40 anni i Governi si sono auto-assolti nascondendosi dietro alla comoda scusa delle esigenze di gettito, rimanendo sordi anche ai ripetuti inviti della Corte Costituzionale (nel 1976, nel 1983 e nel 1995) a rimediare alle sperequazioni a danno delle famiglie numerose e di quelle monoreddito. La Corte ha richiamato l’attenzione sull’articolo 31 della Costituzione, che prescrive che la Repubblica debba agevolare “con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l’adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose” e proteggere “la maternità, l’infanzia e la gioventù, favorendo istituti necessari a tale scopo”.

È pressante l’esigenza di una riforma dell’IRPEF che individui nella famiglia, anziché nel singolo individuo, il centro di imputazione e di calcolo della capacità contributiva, attraverso sistemi di imposizione, già sperimentati nella legislazione di altri Paesi, quali lo Splitting Familiare (modello tedesco e statunitense), o il più efficace e raccomandabile Quoziente Familiare (modello francese), che pesa la capacità contributiva delle famiglia sulla base della tipologia e del numero dei suoi componenti, evitando ingiuste penalizzazioni alle famiglie monoreddito e ai nuclei familiari numerosi.

Chiediamo iniziative concrete in questo ultimo semestre di legislatura con “scale di equivalenza” dei nuclei familiari che comportino livelli impositivi minori al crescere del numero dei soggetti che lavorano e al tempo stesso aumentando il reddito disponibile per le famiglie numerose, creando disponibilità nuove per investire sui figli. – Nota del Moige – Movimento Italiano Genitori

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.