“Le scuole riaprono: aggravi sulle famiglie e pericolo privacy per gli studenti”

“La riapertura delle scuole ci preoccupa, troppa leggerezza nel prendere iniziative senza considerare le conseguenze dirette ed indirette dei provvedimenti. Manca una visione complessiva.

Si continua a scaricare, finanziariamente e organizzativamente sulle famiglie tutte le inefficienze e la disorganizzazione delle gestione sanitaria. In questi due anni nulla di concreto è stato fatto nelle scuole, ed adesso si vogliono scaricare queste inefficienze sui nostri figli.

I permessi per rimanere a casa sono esauriti, e quando ci sono dimezzano lo stipendio al 50%, le famiglie sono allo stremo”.

Così Antonio Affinita ad Adnkronos, direttore generale Moige – Movimento Italiano Genitori.

“A tutto ciò si aggiunge un provvedimento gravissimo – prosegue con l’Adnkronos – espresso in una circolare ministeriale, che chiede ai minori di autodichiarare il proprio stato sanitario e vaccinale al Preside, contrastando con i più elementari diritti di privacy sanitaria e discriminando i ragazzi non vaccinati o che non hanno ancora concluso il ciclo vaccinale, favorendo casi di bullismo e discriminazione.

Tutto questo rappresenta un altro macigno educativo che vanifica anni di lavoro a favore dell’inclusione e la diversità”.

Condividi con i tuoi cari

Leggi anche