Consigliato dal Moige: "Col cavolo la cicogna!" di Alberto Pellai e Barbara Calaba - Moige - Movimento Italiano Genitori

Consigliato dal Moige: “Col cavolo la cicogna!” di Alberto Pellai e Barbara Calaba

Col cavolo la cicogna - cover“Col cavolo la cicogna! Raccontare ai bambini tutta la verità su amore e sessualità” è un libro di Alberto Pellai e Barbara Calaba.

Alice è una bambina di nove anni con un grande desiderio: avere un fratellino o una sorellina. Quando scopre che la sua mamma è incinta, la bimba comincia a farsi delle domande sulla nascita del fratellino che verrà e su quel volersi bene «speciale» di cui parlano gli adulti.

I suoi dubbi sono quelli di tutti i bambini che si interrogano per la prima volta sulla sessualità: «Perché la pancia della mamma diventa sempre più grande?», «Come ha fatto il mio fratellino a entrare nella pancia e come farà a uscirne?», «Anche io ero nella pancia prima di nascere?», «Come fa il bambino a mangiare e respirare quando è nella pancia della mamma?».

Accompagnati dalle spiegazioni dei genitori di Alice e della sua maestra, i bambini possono trovare tra le pagine di questa storia una risposta ai loro interrogativi sull’amore, sulla sessualità e sul corpo umano, passando attraverso le fasi più importanti della vita: dalla scoperta delle emozioni all’innamoramento, dai cambiamenti corporei associati alla crescita alle differenze tra maschi e femmine, dal fare l’amore al concepimento, fino alla gravidanza e alla nascita.

Per ogni capitolo, inoltre, il libro propone filastrocche, pagine di diario e attività divertenti, che stimolano la riflessione e che permettono ai bambini di avere un posto tutto loro dove scrivere i propri pensieri e verificare quello che hanno appreso. Dal libro Alice è un po’ preoccupata: lei, la mamma e il papà hanno chiacchierato molto su questa cosa strana che è innamorarsi, ma ancora le sembra di non avere le idee chiare. Non riesce a capire cosa c’entra essere innamorati di qualcuno con il fatto di aspettare un bambino. «Mamma, ma quando tu e papà vi siete innamorati, come siete riusciti a farmi nascere? A scuola alcuni compagni hanno raccontato delle cose strane, ma secondo me si sono inventati tutto.»

Condividi con i tuoi cari

Leggi anche