“A Rieti 455 incidenti stradali con 15 morti e 703 feriti: arriva alla Minervini ‘Sicurezza ovunque’, la campagna di Inail Lazio e Moige”

Arriva domani a Rieti “Sicurezza Ovunque”, la campagna promossa da Inail – Direzione Regionale Lazio e dal Moige – movimento genitori, per sensibilizzare studenti, insegnanti e genitori sull’importanza delle norme basilari relative alla sicurezza in strada, in casa e negli ambienti scolastici.

La campagna mira a promuovere, con un linguaggio adatto ai bambini, un’informazione chiara e completa sui rischi dovuti all’inosservanza delle norme di sicurezza, anche per evidenziare i comportamenti virtuosi da tenere per prevenire gli incidenti. Gli ambienti maggiormente rischiosi, infatti, sono proprio la casa, la scuola e la strada.

A CASA

Gli infortuni domestici denunciati nel Lazio sono aumentati da 496 nel 2010 a 522 nel 2011, i casi mortali  sono 1 nel 2010 e 1 nel 2011.

A questi bisogna aggiungere i 78 infortuni della gestione casalinghe: infatti dal 1° marzo 2001 è diventata obbligatoria l’iscrizione presso l’Inail di una o più persone dello stesso nucleo familiare che abbiano una età compresa tra i 18 ed i 65 anni e che svolgano in via non occasionale, gratuitamente e senza vincolo di subordinazione, lavoro finalizzato alla cura della propria famiglia e dell’ambiente in cui dimora*.

A SCUOLA

Per quanto concerne gli infortuni denunciati occorsi agli studenti per i quali è prevista una copertura assicurativa nell’ambito delle attività che si svolgono in palestra e nei  laboratori, nel 2011 si evidenzia una piccola flessione rispetto all’anno precedente, poiché gli stessi sono passati da 6.231 nel 2010 a 6.054 nel 2011*.

 

IN STRADA

I pericoli arrivano anche dalla strada: secondo i dati denunciati all’Inail, nel Lazio, nel 2011 si sono verificati 5.765 infortuni stradali in occasione di lavoro e 8.194 incidenti in itinere, con una flessione rispetto al 2010, anno in cui si sono registrati, rispettivamente, 6.207 infortuni stradali in occasione di lavoro e 8.626 infortuni in itinere. Anche sul fronte dei casi mortali si registra una diminuzione, essendo passati dai 33 infortuni stradali in occasione di lavoro nel 2010 ai 22 nel 2011 e dai 26 infortuni in itinere nel 2010 ai 13 nel 2011*.

Secondo i dati del Rapporto Aci-Istat, nel 2011 in Italia si sono verificati 205.638 incidenti stradali che hanno causato 292.019 feriti e 3.860 morti. Solo nel Lazio sono stati registrati 26.892 incidenti che hanno causato 425 morti e 37.509 feriti. Roma è la città con più incidenti: 22.169 solo nel 2011, con 266 morti e 29.957 feriti. Segue Latina con 2.052 incidenti, per un totale di 65 morti e 3.257 feriti. A Frosinone sono stati registrati 1.304 incidenti con 53 morti e 2.219 feriti, mentre a Viterbo ci sono stati 912 incidenti, con 26 morti e 1.373 feriti. Infine, a Rieti si sono verificati 455 incidenti con 15 morti e 703 feriti.

LE DICHIARAZIONI

Queste le parole di Antonio Napolitano, Direttore Regionale Inail Lazio: “Inail Lazio e Moige hanno promosso insieme il progetto Sicurezza ovunque con l’obiettivo di diffondere la conoscenza dei rischi insiti in ogni luogo di lavoro e, quindi, anche in casa e a scuola, partendo dai bambini e dalle famiglie, affinché diventino testimoni e promotori del buon lavoro”.

“Abbiamo fortemente voluto questo progetto perché riteniamo prioritario agire sul fronte della prevenzione per educare grandi e piccoli al rispetto delle norme sulla sicurezza in ogni ambiente – ha dichiarato Maria Rita Munizzi, presidente nazionale Moige. Per riuscire nell’intento, però, è indispensabile la collaborazione di tutti i soggetti coinvolti, dalle Istituzioni alla società civile, dalle scuole alle famiglie”.

”Sicurezza ovunque”, ma anche educazione ovunque. È importante trovare ogni mezzo per educare, fin da piccoli, alla sicurezza in casa, a scuola e in strada – così l’Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, Gianluigi De Palo.Mi preoccupa soprattutto l’aumento di infortuni domestici, da assessore e da marito di una moglie casalinga e padre di quattro figli. So bene quanti invisibili rischi ci siano in casa e quanta accortezza occorra per evitare pericoli. Sono da sempre convinto che prevenire sia meglio che curare, quindi ben vengano progetti come questo, che mi sembrano un ulteriore modo di essere vicini alle famiglie in maniera concreta – continua De Palo. Al di là del sostegno economico e delle iniziative per fronteggiare la crisi, l’aspetto della sicurezza domestica non va assolutamente trascurato. I numeri dei decessi e dei ricoveri parlano chiaro: questa è una delle emergenze più silenziose del nostro Paese”.

LA CAMPAGNA

A partire dal 16 novembre il progetto “Sicurezza Ovunque”, attraverso un gioco interattivo e la distribuzione di materiale informativo, coinvolgerà 2.100 bambini, 4.200 genitori e 200 docenti di 7 scuole elementari delle province della Regione Lazio: Frosinone, Latina, Viterbo, Rieti e Roma. I bambini impareranno il valore e l’importanza della sicurezza grazie a un tappeto graffitato raffigurante un gioco dell’oca. Ogni classe formerà una squadra e i bambini si trasformeranno in vere e proprie pedine che, avanzando lungo il percorso, dovranno rispondere a una domanda sul tema della sicurezza. A ogni risposta corretta o sbagliata della classe, seguirà un’azione particolare. Durante il gioco, le operatrici del Moige spiegheranno in modo approfondito la domanda, creando un dibattito sull’argomento e le tematiche affrontate potranno essere ulteriormente approfondite sia in classe, che con i genitori. Ai bambini, ai genitori e agli insegnanti sarà, infine, distribuito il materiale informativo realizzato sul tema della campagna.

IL TOUR A RIETI

– Mercoledì 21 novembre presso la Direzione Didattica Statale II° Circolo Luigi Minervini, in Piazza Bachelet 3.

 

* Fonte Inail

Questo contenuto è parte integrante del progetto:
Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.