Cosa si può fare

La campagna ha proposto la costituzione di un Osservatorio sui corretti stili di vita, in grado di monitorare i comportamenti e i pensieri dei giovani in ambito alimentare, la realizzazione di un’indagine conoscitiva sulla percezione dei docenti e dei genitori sui corretti stili di vita degli studenti, nonché la realizzazione di attività di formazione e sensibilizzazione destinata a minori, docenti e genitori di 30 Istituti secondari di I grado del territorio nazionale, al fine di trasmettere l’importanza di uno stile di vita corretto e di una dieta equilibrata, e contrastare comportamenti scorretti e dannosi che possano mettere a rischio la salute dei minori.

In particolare il progetto ha puntato a:

1. Rilevare la percezione dei genitori sulle abitudini alimentari dei propri figli;

2. Istituire un osservatorio permanente per promuovere un’informazione chiara e completa sull’importanza di uno stile di vita sano e di un’alimentazione equilibrata, valorizzando le eccellenze italiane a livello sia nazionale che più tipicamente regionale.  

  • Si è inteso offrire ai ragazzi e alle loro famiglie l’opportunità di conoscere la qualità e la varietà dei prodotti alimentari nazionali e territoriali, esaltandone il valore e la sicurezza in termini salutistici; 

3. Illustrare i fattori che permettono di distinguere prodotti alimentari di qualità per favorire una corretta selezione nel momento dell’acquisto e del consumo. 

  • Ai ragazzi e alle loro famiglie sono stati proposti strumenti utili a ri-conoscere la qualità, per imparare a leggere e interpretare le informazioni sul prodotto – nazionale e locale – relative alle caratteristiche, all’origine, alla filiera produttiva: dal primato del prodotto fresco alla chiarezza delle indicazioni apposte sulle etichette dei prodotti lavorati e conservati; 

4. Favorire, nei minori, la crescita di una reale cultura alimentare, attraverso iniziative e attività che, incentivando la conoscenza e la relazione tra produttore e consumatore, aumentino la consapevolezza e la fiducia dei ragazzi verso i prodotti riconosciuti come di qualità, favorendo lo sviluppo della propensione verso offerte alimentari in linea con la salute. 

5. Promuovere, nei minori, genitori e docenti, una nutrizione sana, corretta ed equilibrata grazie ad una sintesi efficace delle regole alimentari di base da seguire nell’arco della giornata e della settimana.

  •  Ai ragazzi e alle loro famiglie sono state offerte delle linee guida sui principi di varietà, quantità e frequenza di assunzione dei gruppi di alimenti, basate sul modello della piramide alimentare della dieta mediterranea.

Condividi l'articolo su

torna alle news

Rimaniamo in contatto!

Segui via mail le nostre iniziative per la protezione dei minori

© 2022 MOIGE | Privacy Policy | Cookies Policy | C.F. 97145130585