Cosa si può fare

Per prevenire l’accesso al fumo da parte dei minori, soprattutto nella fascia di età più a rischio, quella che va dagli 11 ai 17 anni, è necessario che i bambini siano informati in maniera approfondita su tutti i danni del fumo già prima di questo periodo critico, così da affrontare con responsabilità le possibili tentazioni che verranno dal gruppo di amici, da modelli non corretti e dalla voglia di sentirsi grandi.

Gli adulti, in particolar modo i genitori, possono fare molto per aiutarli a dire no alla prima sigaretta. In primo luogo, devono dare il buon esempio anche se sono fumatori, magari smettendo oppure evitando di fumare davanti ai figli e ai loro amici, spiegando anche quali danni il fumo può provocare. Agli adulti spetta, anche, stabilire regole chiare riguardo al fumo, ma senza perdere la calma se si scopre che il proprio figlio fuma, di tanto in tanto o abitualmente. È fondamentale, infatti, tenere sempre aperto il dialogo, rispondere alle loro domande anche se i figli assumono un atteggiamento provocatorio.

Per evitare che i ragazzi si avvicinino al fumo è importante, inoltre, che le loro giornate non siano noiose o, al contrario, stressanti per le troppe attività. L’ideale sarebbe incoraggiarli a praticare uno sport, anche senza fini agonistici: sport e fumo non vanno d’accordo e, magari, vostro figlio, appassiondandosi a una disciplina, sceglierà di dire no alle bionde. Anche la scuola ha un ruolo importante: è il luogo in cui si dovrebbero approfondire, dal punto di vista scientifico i danni del fumo. Sapere come questo agisce su ogni parte del corpo è certamente un buon deterrente.

Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.