Accise, tasse, balzelli: adesso basta, le famiglie sono esauste!

Il Movimento Italiano Genitori interviene, alla luce delle nuove notizie di rincari dei prezzi della benzina, e denuncia il livello ormai intollerabile della pressione fiscale – diretta e indiretta – gravante sulle famiglie italiane, già impoverite dalla pandemia e da un decennio terribile dal punto di vista economico e fiscale.
I rincari della benzina non incidono solo direttamente – i maggiori costi per gli spostamenti – ma anche indirettamente, comportando rincari a pioggia su tutte le merci trasportate. E si aggiungono a una lunga lista di tasse, balzelli e imposte che rendono di fatto insostenibile la vita delle famiglie italiane.
Il quadro generale, se si guarda ai redditi delle famiglie, è infatti chiarissimo. Un complessivo impoverimento reale ha caratterizzato gli ultimi anni, con le famiglie che, a conti fatti, hanno sopportato interamente il peso dello shock fiscale e sanitario, senza trarre particolari benefici dagli aiuti statali degli ultimi mesi: e allora non si capisce proprio, in un Paese che conta due milioni di famiglie in condizioni di enorme difficoltà, che solo lo scorso anno ha spinto 333.000 famiglie, il 20% in più rispetto al 2019, nell’area della povertà assoluta, come si possa pensare di rastrellare ancora risorse in questo modo, appellandosi ad altre fette di risparmio faticosamente accumulate negli anni passati e ormai in via di esaurimento.
Se proprio le famiglie, su cui grava in definitiva il peso dell’Irpef, hanno pagato e continuano a pagare un conto salatissimo (sostenendo, indirettamente, anche molti giovani altrimenti esclusi dal mercato del lavoro, e sobbarcandosi importanti funzioni di welfare nei confronti di anziani e diversamente abili) è chiaro che la corda – senza una riduzione della pressione fiscale e senza misure di sostegno efficaci – rischi di spezzarsi: non sarà possibile proseguire a lungo con uno sforzo così intenso, oppure – per farlo – sarà necessario ridurre ulteriormente i consumi e i servizi, a costo di un peggioramento netto e definitivo della qualità della vita per buona parte delle famiglie italiane.
Per questo il Movimento Italiano Genitori chiede al Governo di intervenire al più presto sulla pressione fiscale, alleviando l’eccessivo onere in carico alle famiglie, e di avviare misure efficaci e incisive di sostegno ai redditi famigliari indeboliti da un decennio di crisi e sacrifici.
“Le famiglie non possono continuare a pagare il conto per tutti ancora a lungo”, dichiara il direttore generale del Moige Antonio Affinita. “Anche in piena pandemia la pressione fiscale sulle famiglie è aumentata più di quella generale: ora è il momento di intervenire per riequilibrarla, e sostenere i redditi più bassi con misure autentiche, incisive, efficaci”, conclude.

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.