Perché questa campagna

I videogiochi possono essere un sano divertimento, se diventano una mania e assorbono completamente l’attenzione e il tempo libero sono un problema; in casi come questi si parla di abuso.

Abuso è quando si gioca troppo spesso e per troppe ore, sottraendo tempo a tante altre attività e magari anche alla scuola; abuso è quando non si distingue più la realtà dal mondo virtuale e se ne imitano i comportamenti, abuso è anche scegliere giochi non adatti alla propria età, magari violenti e diseducativi, come purtroppo ce ne sono molti in commercio.

In questi casi a rischio c’è la salute fisica (problemi agli occhi, alla schiena e rischio obesità) e anche psichica; videogiochi particolarmente violenti, se ripetutamente usati dai minori, possono infatti incidere sul livello di aggressività e indurre i più piccoli a pericolosi gesti di emulazione. Prevenire queste forme di abuso si può, ma è necessario che i bambini e le loro famiglie siano ben informati sulle corrette modalità di acquisto e fruizione dei videogiochi.

Da questa esigenza di fare informazione senza “demonizzare” i videogiochi nasce la campagna del Moige rivolta ai bambini delle scuole elementari – tra i maggiori appassionati di videogiochi – e ai loro docenti e genitori.

Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.