Cosa si può fare

Di fronte alle richieste dei bambini di giocare con i videogame imporre un divieto non è buon rimedio.

I videogiochi, infatti, non sono di per sé pericolosi o dannosi per la salute, anzi, se ben scelti, stimolano all’interattività, possono aiutare ad imparare regole di comportamento e costituire un momento di socializzazione. Quel che bisogna però tenere bene a mente è che i videogame possono nuocere alla salute se utilizzati in maniera scorretta e scelti con superficialità. Questo, tuttavia, non deve spaventare i genitori perché farne un utilizzo corretto è semplice: basta osservare qualche regola e il gioco è fatto! I bambini potranno distrarsi e voi potrete essere tranquilli.

Ecco un decalogo di consigli, molto semplici da attuare, per il corretto uso dei videogame:

1) Evitate di tenere il pc o la console nella camera dei bambini; eviterete loro la tentazione di usarli a qualsiasi ora e per troppo tempo. Meglio se giocano in un luogo più controllabile, magari in cucina.

2) Non lasciate che i bambini giochino con i videogame prima di andare a letto o la mattina appena svegli. Nel primo caso potrebbe essere pregiudicata la qualità del riposo mentre la mattina è meglio che pensino alla scuole e facciano tranquillamente una buona colazione.

3) Lo schermo – e questo vale anche per la tv – deve essere ad almeno 50 – 70 cm dagli occhi  per evitare di affaticare la vista. Anche le luci devono essere quelle giuste, mai giocare al buio e nemmeno con tutte le luci accese!

4) Attenzione anche alla postura, è bene che i bambini stiano ben seduti con le gambe diritte e la schiena appoggiata.

5) Rispettare dei tempi massimi di esposizione è fondamentale, mai giocare o guardare la tv per più di un’ora senza interruzioni. Due ore al giorno tra tv e videogiochi già sarebbero sufficienti; oggi purtroppo la media è quasi il doppio.

6) I bambini non devono mai sostituire con i videogiochi il gioco di movimento e in compagnia; la sedentarietà è tra le maggiori cause di obesità infantile.

7) Non consigliate ai figli di giocare ai videogame se si annoiano, provate a proporre qualche cosa di diverso (che non sia la tv); invitare a casa gli amici per giocare insieme e muoversi un po’ è sempre una buona soluzione.

8 ) Interrompete il gioco per la merenda, non è bene che i bimbi mangino distrattamente mentre giocano, è un’ abitudine che favorisce obesità e cattiva alimentazione.

9) Regole per l’acquisto: oggi la maggior parte dei videogiochi adotta un sistema di classificazione. Se cercate bene sulla scatola dovrebbe esserci scritta l’età a cui è destinato il gioco, , prendete solo quelli che corrispondono a quella del bambino. Non tutti i videogiochi sono per i piccoli e quelli inadatti vanno accuratamente evitati.

10) Sarebbe bene in ogni caso provare il videogioco insieme ai figli , può essere un momento di socializzazione e ci si può rendere conto del contenuto effettivo. Se c’è qualche scena che vi lascia un po’ perplessi potete “spiegarla” ai figli e fare con loro delle considerazioni “critiche”.

Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.