Cosa si può fare

Internet è ormai il mezzo di comunicazione più usato dai ragazzi, ma è anche quello con il maggior numero di rischi soprattutto per ciò che concerne la pedopornografia online: è alta, infatti, la possibilità di imbattersi in siti con contenuti non adatti ai minori e in persone che tentano l’adescamento online.

“In pochi anni Internet è entrato prepotentemente nella vita dei nostri figli sotto tutti i punti di vista, dallo studio alla socializzazione con i coetanei – spiega Maria Rita Munizzi, Presidente Nazionale del Moige. Molto spesso, però, la rete cela delle insidie, dei pericoli reali come la pedopornografia e il cyberbullismo che possono danneggiare in maniera grave l’integrità e l’incolumità dei minori, spesso inconsapevoli dei rischi che si nascondono dentro il web. Per questo è necessario educarli con progetti come questo, affinché diventino navigatori consapevoli e ambasciatori del corretto utilizzo di internet”.

 

Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.