Fumo minorile: “Parte da Roma “Gioca a non fumare”, il III tour del Moige per la prevenzione del fumo minorile”

Partirà lunedì 5 ottobre da Roma, presso la scuola “Suore Immacolatine”, in Via Quintiliano 4 il terzo tour di “Gioca a non fumare”, la campagna itinerante ed interattiva promossa e organizzata dal Moige – Movimento Italiano Genitori che gode del patrocinio scientifico della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale e che mira a sensibilizzare i ragazzi, i genitori e gli insegnanti sull’importanza della prevenzione del fumo minorile.

Secondo l’indagine svolta da SWG per il MOIGE, il 35% dei genitori del Lazio ha un figlio che fuma, il 61% dei genitori ha cercato, inutilmente, di convincere il proprio figlio a smettere e l’80% dei genitori del Lazio sa che il figlio ha amici che fumano. Dati, questi, in linea con la media nazionale dei genitori che vede il 12% dichiarare che i loro figli fumano regolarmente, il 25% affermare che i propri figli accendono la sigaretta sporadicamente e il 77% sapere che i figli hanno amici che fumano. Occorre, quindi, una riflessione sul fenomeno soprattutto perché la SWG sottolinea la connessione fra il tabagismo dei genitori e quello dei figli: in Italia infatti è maggiore la percentuale di ragazzi che fuma regolarmente quando in famiglia c’è qualche adulto che fuma (21 per cento contro la media del 12 per cento).Per contro, non fumano mai (72 per cento contro il 62 per cento di media) coloro che in famiglia non hanno adulti fumatori.

“Gioca a non fumare” sarà nella scuola “Suore Immacolatine”, in Via Quintiliano 4, lunedì 5 ottobre, per poi arrivare martedì 6 ottobre al “3 Circolo Istituto G. Ronconi” – Plesso Guido Alessi e Plesso Ronconi – in Via P.A. Micheli 21. Mercoledì 7 ottobre, il tour sarà al “37 Circolo Didattico Giuseppe Mazzini” – presso il Plesso Giuseppe Mazzini e il Plesso XX Settembre rispettivamente in Via Volsinio 22 e in Via Novara 22 – giovedì 8 ottobre arriverà al 113 Circolo Didattico presso la scuola elementare “Clementina Perone”, in Via Cardinal Oreglia 48, venerdì 9 ottobre sarà al 38 Circolo Didattico presso la scuola “Contardo Ferrini” in Via di Villa Chigi 20, per poi vedere come ultima tappa della Regione Lazio la città di Rieti, in cui sarà lunedì 12 ottobre presso il “3 Circolo Didattico Villa Reatina” nel Plesso Piazza Tevere in Via Isonzo, nel Plesso Villa Reatina in Piazza Risorgimento e nel Plesso Vazia in Via Franco Malfatti. Tutti gli incontri si svolgeranno di mattina, a partire dalle ore 9.00.

“La lotta al fumo minorile deve rappresentare per le Istituzioni una priorità. E’ necessario che l’Italia si allinei alla maggior parte delle altre realtà europee innalzando dai 16 ai 18 anni il divieto di vendita delle sigaretta”, afferma Maria Rita Munizzi, Presidente Nazionale del Moige. “Auspico che la discussione in sede parlamentare sulle modifiche all’attuale norma che regolamenta la vendita del tabacco porti a dei cambiamenti importanti, quali appunto l’innalzamento del divieto innanzitutto, ma anche alla creazione di un fondo per le azioni di contrasto alla dipendenza dal fumo che abbia una consistenza adeguata. Ad oggi purtroppo il fondo che viene citato nel testo di legge appare quasi irrisorio: a fronte di un’entrata pari ad oltre 10 miliardi di euro dalle accise sulle sigaretta riteniamo doveroso che una parte rilevante di questo denaro sia utilizzato per sradicare un vizio come quello del fumo fortemente dannoso per i cittadini.”

Giuseppe Di Mauro, Presidente della SIPPS – Società italiana di Pediatria Preventiva e Sociale sottolinea l’importanza di questa campagna: “La prevenzione e l’educazione a sani stili di vita devono iniziare fin da piccoli: è basilare, infatti, insegnare presto ai bambini quali sono i rischi connessi alla cattiva abitudine del fumo, anche in termini di fumo passivo. Il gioco, inoltre, è una modalità di insegnamento che può facilitare l’apprendimento e rendere i bambini consapevoli che la sigaretta non rende ‘più grandi’ ma causa solo danni, cosa importante per quando saranno adolescenti, periodo in cui la tentazione di iniziare a fumare è molto forte”.

Il terzo tour di “Gioca a non fumare” vedrà la partecipazione di circa 8.400 bambini, 16.000 genitori, per un totale di 30 scuole elementari, situate su tutto il territorio nazionale: la campagna, infatti, arriverà in 9 regioni e 15 città italiane, da nord a sud della Penisola. Tra ottobre e novembre 2009, gli operatori del Moige si recheranno nelle scuole e coinvolgeranno i bambini in un gioco interattivo, ossia in un gioco dell’oca molto speciale, un percorso che illustrerà loro delle importanti informazioni sui danni provocati dal fumo e che sensibilizzerà allo stesso tempo genitori ed insegnanti sul tema. Il carattere ludico e fortemente interattivo degli strumenti utilizzati in Gioca a non fumare rendono la campagna di forte impatto e molto efficace nella comunicazione al target che raggiungeremo, i minori di età compresa tra i 6 e gli 11 anni. Attraverso il gioco i nostri operatori stimoleranno curiosità e attenzione dei bambini, facendo loro capire fin da piccoli che la sigaretta va evitata.

Il tour parte da Roma per poi passare a Rieti, arriva il 13 ottobre in Campania (nelle città di Maddaloni Aversa, in provincia di Caserta, e Napoli), il 16 in Basilicata (a Matera), il 19 in Puglia (Taranto), il 20 in Calabria (Cosenza), il 26 in Umbria (Perugia), il 27 in Toscana (Firenze, Pistoia e Carrara dove ritornerà venerdì 30 ottobre), il 3 e il 4 novembre in Liguria (Savona) e si concluderà con le tappe in Piemonte dal 5 all’11 (Torino).

Anche quest’anno dal sito internet dedicato alla campagna, www.giocanonfumare.it, tutte le scuole italiane, anche e soprattutto quelle non direttamente toccate dal tour, potranno scaricare e utilizzare il materiale didattico/informativo, comprensivo del booklet destinato a genitori e insegnanti e di tabellone di gioco della campagna.

Per tutte le informazioni sulla campagna è possibile consultare il sito www.giocanonfumare.it o www.genitori.it

Questo contenuto è parte integrante del progetto:

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.