Grave l’emendamento su cannabis light. Strozza il dibattito su tema droga

COMUNICATO STAMPA
Roma, 13 dicembre 2019

 

Grave l’emendamento su cannabis light. Strozza il dibattito su tema droga

 

“Ci sorprende innanzitutto la forma: inserire all’interno di una finanziaria un tema così dibattuto e articolato, è un colpo di mano che ci lascia perplessi. L’emendamento è a nostro avviso inaccettabile. Tra l’altro, non determina né il divieto assoluto di vendita ai minori, né il sistema sanzionatorio per i venditori, due aspetti, direi, molto grave”. Così Antonio Affinita, Direttore Generale del Moige, commenta all’Adnkronos l’emendamento alla manovra approvato dal Senato che consente il commercio di canapa con una soglia di Thc dello 0,5%.

Secondo il Direttore Generale il fatto di aver scelto un emendamento alla manovra finanziaria per un argomento che “merita invece una discussione ampia di natura parlamentare, ma per cui ora mancano i tempi tecnici” ci deve far riflettere. “Andava prima convocata una conferenza nazionale per fare il punto sulle droghe. Non lo si fa da oltre 10 anni”, sottolinea.

“Non sta a noi raccontare in modo scientifico, gli effetti della cannabis light con questo dosaggio. Come genitori vogliamo sottolineare il messaggio devastante che arriva ai giovani: con la ‘liberalizzazione’ si avrà certamente un aumento dei consumi”, prosegue Affinita.

“Ci appelliamo al Parlamento per lo stop a questo emendamento e per avviare urgentemente una discussione seria e approfondita sulle droghe e su come prevenire l’accesso da parte dei nostri figli. Non è una questione da finanziaria, è un tema che ci riguarda tutti: i nostri figli sono il futuro della società”, conclude.

Grazie a te potremo assicurargli protezione e sostegno con le nostre task force specializzate.

Sostieni il moige

Sos Minori

Ecco le aree dove siamo attivi per la tutela dei minori. Segnalaci situazioni di illegalità e/o pericolo sui minori.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative e affrontare insieme le tante problematiche.

* L'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 potrà essere validata proseguendo con la compilazione di questo form relativo all'iscrizione alla newsletter.